Alessandra Maisto Contemporary Artist

Mitologia, astronomia e spiritualità si uniscono nelle opere di Alessandra Maisto, artista Italiana, classe 1990, nata a Napoli dove frequenta l'Accademia di Belle Arti, conseguendo la laurea in arti visive. Proprio sullo scenario partenopeo l'artista sviluppa la sua visione dell'arte entrando in contatto con i maestri dell'informale Napoletano ed approdando ad un proprio stile e una propria dinamica lavorativa. Il suo operato artistico si apre al piano spirituale, spalanca una porta innalzando spirito e corpo oltre il mondo spicciolo e corrotto che circonda l'essere umano. Una sorta di elevazione che trascina con sé la dimensione materiale intrinseca dell'uomo, con le proprie paure e insicurezze, e contemporaneamente lo rende parte integrante della natura stessa, un lieve ma anche traumatico ritorno all'origine. Tutto questo processo viene elaborato come una sorta di rito, l'atto del cerimoniale, funzione radicata in tutto sud italia. In questo modo l'artista rievoca le sue radici, ma facendone un uso proprio, inserendo le proprie installazioni in una sorta di reliquiari contemporanei, creando così il proprio culto. L'energia e il rapporto manicheo tra luce e tenebre, la sua natura sperimentatrice, la conduce ad affiancare diversi materiali passando dalla pittura all'installazione. Sul piano bidimensionale la pittura si fonde alla stoffa grezza, talvolta sommersa da cera fusa, creando effetti irripetibili. Terre sciolte, colori ad olio e oro diventano simbolo. Il simbolismo utilizzato è quello degli studi sul sacro, ma anche quello della mitologia e delle credenze popolari. La mandorla dorata che prende sembianze di occhio è ormai divenuto sigillo delle sue opere, in modi differenti, talvolta riempiendo lo spazio circostante, come in alcune tele o addirittura in un'installazione di Land Art presente sul territorio flegreo, altre volte divenendo così piccola da mimetizzarsi nell'opera, spingendo lo spettatore alla ricerca di quel segno distintivo. La stoffa utilizzata da supporto pittorico fuoriesce dal telaio per diventare membro dell'installazione, portando alla memoria la semplicità e quel senso di mistero tipico dei riti di un tempo. La tela diventa sudario del Cristo e si incrocia con quella usata per la lavorazione del pane, ed ancora diviene elogio al parto, e quindi alla nascita, fino a divenire reliquia nuovamente. Nel suo atelier a Napoli, Alessandra Maisto lavora attivamente facendo dell'arte il suo unico lavoro. Espone a Trapani con una personale, poi Roma, Firenze, Milano e naturalmente Napoli.



Alessandra Maisto is an Italian artist, class of 1990, born in Naples where she attended the Accademia delle Belle Arti, with a degree in visual arts.

Exactly on the Neapolitan stage, the artist develops her own artistic view, encountering teachers of informal Naples and approaching to her own style and her own work dynamic.

Her artistic work is opened on the spiritually, by raising spirit and body beyond the common and corrupt world that surrounds the human being.

A kind of elevation that drags the inherent human material dimension, with own fairs and weaknesses, and in the same moment, it makes it an integral part of the nature, a soft, but traumatic back to basics.

This whole method made like a ritual, a ceremonial act deeply rooted in the whole South of Italy. Like this the artist recalls her own roots, but with a personal use, putting her installations in a sort of contemporary reliquaries, making in this way her own worship. The energy and the Manichean link between light and dark, her experimenter nature leads her to flank different elements going from the painting to the installation.

On the two-dimensional level, the painting blends with non-woven cloth, sometimes swamped with molten wax, making unique effects. Melted dirties, oil paints and gold become symbol. This symbolism is the same of studies of the holy, but also the same of mythology and popular belief.

The gold almond that takes the shape of an eye is her mark already, in different ways, sometimes filling up the surrounding space, like in same paintings or even in an installation of Land Art on the Phlegraean area, other time becoming so small that, indeed, it camouflage itself in the work, pushing the spectator looking for that unique mark.

The cloth utilized as pictorial support comes out of the framework to become part of the installation, leading to memory the simplicity and that sense of mystery typical of ancient rituals. The canvas becomes shroud of Christ and it intersects with the canvas for the bread's work, and so, it becomes praise for birth, until it becomes remains again.

In her atelier in Naples, Alessandra Maisto works actively making of art her only job. She exhibits in Trapani with a personal exhibit, then in Rome, Florence, Milan and, of course, Naples.

MOSTRE 

  • 16 Gennaio 2020 "Dilemma" organizzato da IED Roma presso lo spazio  Carrozzerie | n.o.t in via  Panfilo Castaldi 28,Testaccio , Roma.
  • 10/24 Gennaio 2020 "DivisiInVisi" mostra Collettiva di Enrico Caiati-Luigi Crisconio-Antonio Ciraci- Salvatore De Curtis- Sergio Spataro-Alessandra Maisto-Fabio Spataro. A cura di Caterina Benincasa e contributo Critico di Luigi Fusco. Presso via Diaz 22, Caivano (NA)
  • 14 Dicembre 2019 "SubTerranea" Festival delle Arti. Museo del Sottosuolo di Napoli,Piazza Cavur 140 (NA).
  • 6 Luglio 2019 "Biennale del Libro d'artista" complesso monumentale di San Domenico Maggiore. Lineadarte officina creativa
  • 28 Giugno 2019/ Primèvo - Mostra Bi-personale di Alessandra Maisto e Umberto Carotenuto presso MaMo galleria, via plinio 37, Milano.
  • 30 Giugno 2019 Land Art dei Campi Flegrei presso il Parco della Quarantena, Fusaro.
  • 22 Dicembre/2 Gennaio 2018 "Filo Rosso" presso Palazzo Tarcagnota, Mondragone.
  • 20/24 Novembre 2018 "San Gennaro Expo-Venti per Venti" presso MaMo Gallery, Milano.

  • 19 Settembre/ 2 ottobre  "San Gennaro Expo- Venti per venti" presso Linea Darte officina creativa, Napoli.
  • 2/30 Ottobre 2018 "Filo Rosso" presso Museo Minimo, Fuorigrotta (Na)
  • 23 Giugno/ 30 Ottobre 2018 "Land Art dei Campi Flegrei" Parco della Quarantena, Fusaro (NA)
  • 9/24 giugno 2018 "Il piacere nei libri - Biennale Venti per Venti" presso Maschio Angioino,Napoli.
  • 1/30 Giugno 2018 "Biennale del Tirreno" Complesso monumentale San Giovanni Battista, Cava de Tirreni (SA)
  • 6/19 Aprile  2018 "I quattro elementi" presso Area Contesa, via Margutta, Roma.
  • 4/24 Novembre 2017 "Assenza e presenza" presso OnArtGallery; via la pergola,Firenze.
  • 28 settembre - 7 ottobre 2017 Mostra personale "The power of light" Galleria Salvatore Serio; via Oberdan,Napoli.
  • 11 Giugno 2017 "Sinergie" Rocca dei Rettori, Benevento.
  • 2 Dicembre 2016 "The power of light". Palazzo Cavarretta, Trapani.
  • 21 novembre 2015 "An artist for a poet". Spazio UnderG, Pozzuoli (Na)
  • 10 ottobre 2015 "Return to action". Spazio UnderG, Pozzuoli (Na)
  • 24 luglio 2015 "AAA. Artisti chiudono per ferie". Spazio UnderG, Pozzuoli (Na)
  • 30 maggio 2015 "G30". Spazio UnderG,Pozzuoli (Na)
  • 8 dicembre 2014 "Artistico 25".Spazio UnderG, Pozzuoli (Na)
  • 20 settembre 2014 "Civico 21".Spazio UnderG, Pozzuoli (Na)
  • 4 maggio 2013 "Start up". Spazio UnderG, Pozzuoli (Na)
  • 22 dicembre 2012 "La scuola che si mostra". Galleria Apotheca artport, Pozzuoli (Na)
  • 30 marzo 2012 "Dalla scuola alla bottega". Galleria Apotheca artport, Pozzuoli (Na)